Il prossimo anno l’inflazione nella zona euro aumenterà più del previsto e c’è il rischio che la crescita dei prezzi al consumo possa restare al di sopra dell’obiettivo nel medio termine della Banca centrale europea

 

 

È quanto affermato da Isabel Schnabel, componente del Consiglio direttivo della Bce, nel corso di un’intervista con Bloomberg.
“I rischi legati all’inflazione sono inclinati verso l’alto”, ha detto Schnabel. “È plausibile presumere che l’inflazione scenda al di sotto de nostro target del 2% nel medio termine”.
“Tuttavia potrebbe esserci uno spostamento strutturale che punta verso la direzione opposta”, ha detto Schnabel, capo delle operazioni di mercato della Bce. “Non credo che possiamo affermare con certezza, sulla base dei dati di cui siamo oggi in possesso, cosa effettivamente accadrà”.
Schnabel ha aggiunto che i piani per terminare il programma emergenziale di acquisto di obbligazioni restano validi, nonostante la nuova ondata di contagi da Covid-19.

 

 

 

Fonte:www.reuters.com