Avvio positivo per i listini europei dopo il record del Dow Jones a Wall Street. Il ritorno alla normalità negli Usa spinge la Borsa giapponese, che torna su livelli che non si vedevano dal 1990

 

Prosegue la rincorsa dei listini europei, sostenuti dai record di Wall Street e dalle notizie positive sul fronte vaccini. In apertura di seduta Piazza Affari segna un rialzo di poco inferiore all’1%, di parti passo con le aperture delle Borse di Francoforte e Parigi. Rialzi più timidi, invece, a Londra e Madrid, che aprono l’ultima seduta della settimana con guadagni intorno allo 0,3%.

TOKYO SUI MASSIMI DAL 1990

Seduta da ricordare, quella di oggi, per la Borsa di Tokyo. L’indice Nikkei 225 ha chiuso con un rialzo del 2,36% a quota 28.139 punti, un record che non si vedeva da agosto 1990. Oltre all’effetto Wall Street, il listino giapponese ha beneficiato anche del dato sulla spesa delle famiglie a novembre: +1,1% contro attese di contrazione dell’1%. Rimanendo in Asia, quando manca poco alla chiusura l’Hang Seng di Hong Kong viaggia su rialzi superiori al punto percentuale, mentre Shanghai è sotto la parità. Da sottolineare il +3,97% dell’indice sudcoreano KOSPI, trascinato dal +19,4% messo a segno da Hyunday grazie all’accordo con Apple (NASDAQ:AAPL) per la realizzazione di un’auto elettrica.

 

Fonte:www.investing.com