Le violenze sono giunte dopo che Trump ha incoraggiato i propri sostenitori a marciare sul Campidoglio nel corso di una manifestazione in cui ha ribadito più volte le false rivendicazioni secondo cui la sua sconfitta schiacciante alle elezioni è stata illegittima

 

I democratici al Congresso avvieranno oggi gli sforzi per costringere il presidente Donald Trump a lasciare l’incarico, dando il via a una settimana di interventi legislativi che potrebbero concludersi con una votazione che lo renderebbe l’unico presidente della storia degli Usa a essere sottoposto per due volte a impeachment.

Centinaia di sostenitori di Trump hanno preso d’assalto il Campidoglio Usa la scorsa settimana, disperdendo i deputati che stavano certificando la vittoria alle elezioni del presidente eletto Joe Biden, in un attacco al cuore della democrazia statunitense che ha provocato cinque vittime.

Le violenze sono giunte dopo che Trump ha incoraggiato i propri sostenitori a marciare sul Campidoglio nel corso di una manifestazione in cui ha ribadito più volte le false rivendicazioni secondo cui la sua sconfitta schiacciante alle elezioni è stata illegittima. La speaker della Camera dei rappresentati, Nancy Pelosi, insieme a molti altri rappresentanti del partito democratico e qualche esponente repubblicano, hanno detto che a Trump non dovrebbe essere concesso di portare a termine il mandato, che scade il 20 gennaio.

Quando la Camera si riunirà oggi alle 17,00 ora italiana, i deputati discuteranno una risoluzione nell’ambito della quale si richiede al vicepresidente Mike Pence di invocare il 25esimo emendamento della costituzione degli Stati Uniti, mai usato, che permette al numero due della Casa Bianca di sollevare dall’incarico un presidente ritenuto inadatto a svolgere il proprio lavoro. È prevista per domani una votazione nominale.

Pence si trovava al Campidoglio insieme alla famiglia durante l’assalto da parte dei sostenitori di Trump e al momento il vice e il suo presidente non sono in buoni rapporti. Ma i repubblicani non hanno mostrato molto interesse nell’invocare il 25esimo emendamento. L’ufficio di Pence non ha risposto a domande sull’argomento. Una fonte ha detto la scorsa settimana che il numero due di Washington era contrario all’idea.

 

 

Fonte:www.investing.com