UniCredit (MI:CRDI) reagisce positivamente in Borsa (+0,8% a 11,52 euro) ai conti del terzo trimestre presentati prima dell’apertura, che hanno evidenziato un utile sottostante sopra il miliardo di euro e i principali indicatori sopra le attese di mercato

 

 

Gae Aulenti, inoltre, presenterà il nuovo piano strategico il prossimo 9 dicembre, come affermato dallo stesso Ad Andrea Orcel.
Tra luglio e settembre, il risultato netto sottostante ha raggiunto 1,1 miliardi di euro, in rialzo del 56% su base annuale e superiore alle attese degli analisti di per 838 milioni. Nei nove mesi, il dato si è attestato a 3,1 miliardi equivalente a un RoTE sottostante del 7,9 per cento, con dividendi pari a 169 mln nel trimestre (+33% a/a).
La performance commerciale ha spinto i ricavi a 4,4 miliardi (consenso 4,256 miliardi) con Net interest income a 2,3 mld, in rialzo dai 2,208 mld attesi ma in calo dell’1,4 per cento YoY. Le commissioni sono aumentate del 12,5% a 1,7 miliardi, con margine di interesse in incremento del 3,1% a 2,3 miliardi, “in un trimestre ancora caratterizzato dal massiccio eccesso di liquidità nel sistema”, afferma la banca in nota.
La qualità dell’attivo “è migliorata nonostante la pandemia Covid-19”, con il rapporto tra crediti deteriorati lordi e totale crediti lordi al 4,5 per cento. Alla fine del trimestre, il CET1 ratio fully loaded è pari al 15,5 per cento, con il CET1 MDA buffer fully loaded a 647 punti base, e patrimonio netto di €53,4 miliardi in aumento del 2% QoQ “principalmente grazie all’utile netto”.

 

 

Fonte:www.financialounge.com