Avvio all’insegna della cautela per i listini europei, nel giorno della Bce. Dopo i conti dell’ultimo trimestre, St scatta con rialzo target ricavi. Male Tim (MI:TLIT) (-7%) che abbassa stime 2021, insieme ai petroliferi

 

 

Cautela prima della Bce. Le Borse europee iniziano poco mosse, con gli investitori concentrati sulle numerose trimestrali dei gruppi quotati. A Milano il Ftse Mib apre a +0,18%, il Dax di Francoforte a -0,13%, il Cac 40 di Parigi a +0,14%, l’Ibex 35 di Madrid a +0,08% e il Ftse 100 di Londra a -0,15%. La Borsa di Tokyo chiude in calo, con l’indice Nikkei a -0,96%, dopo i dati trimestrali delle grandi corporation giapponesi che confermano l’andamento debole della ripresa economica.

Dalla riunione del direttivo di oggi della Banca centrale europea gli investitori si attendono delle indicazioni da parte di Christine Lagarde sulle previsioni di inflazione nell’Eurozona. Wall Street ha chiuso contrastata, dai conti trimestrali è emerso un quadro variegato: bene i Big Tech come Alphabet (NASDAQ:GOOGL) e Microsoft (NASDAQ:MSFT), e in affanno molti industriali come General Motors (NYSE:GM) e Boeing (NYSE:BA) che risentono del calo di forniture.

 

 

 

Fonte:www.financialounge.com