Seppure in via di recupero grazie alle campagne di vaccinazione, il settore dei viaggi in Europa non ha ancora raggiunto i livelli di prima della crisi causata dalla pandemia

 

 

Secondo il rapporto trimestrale della Commissione Trasporti dell’Unione europea, per tornare ai volumi del 2018 ci vorranno ancora due anni.
Nonostante il forte rimbalzo estivo, le previsioni sugli arrivi turistici internazionali in Europa saranno del 60% inferiori al 2019.
A metà anno, gli arrivi turistici europei sono ancora in calo del 77%.
Ad andare meglio sono state le destinazioni turistiche che per prime hanno riaperto ai viaggiatori vaccinati.
La Grecia, ad esempio, primo paese a riavviare il turismo dopo il lockdown, ha registrato i risultati migliori, anche se inferiori del 19 per cento a quelli del 2019.

 

 

 

Fonte:www.euronews.com