A marzo il controvalore del portafoglio di titoli di Stato italiani detenuto da soggetti esteri è aumentato ulteriormente, toccando il nuovo massimo da febbraio 2020

 

Secondo i dati del supplemento al bollettino ‘Finanza pubblica, fabbisogno e debito’ a cura di Banca d’Italia, il valore di marzo è di 723,573 miliardi di euro dai 719,728 miliardi di febbraio rivisti.

In base a calcoli Reuters sui dati di Via Nazionale, la quota dei titoli in mano ai non residenti sul totale in circolazione risulta pari a 32,6% da 32,4% di febbraio.

I dati includono i titoli di Stato detenuti da investitori domestici attraverso soggetti non residenti (come gestioni patrimoniali e fondi) e quelli in portafoglio direttamente all’eurosistema (non attraverso Bankitalia) e da banche centrali di altri Paesi.

Dallo stesso supplemento emerge che in aprile il debito delle amministrazioni pubbliche salito a 2.680,469 miliardi da 2.651,125 miliardi di marzo rivisto.

 

Fonte:www.investing.com