A maggio Tesla è rimbalzata alla grande in Cina dopo una performance decisamente deludente nel mese precedente

 

A maggio le vendite all’ingrosso di veicoli fabbricati in Cina da parte di Tesla sono ammontate a 32.165 unità, secondo quanto riportato da Reuters, che cita i dati della China Passenger Car Association: si tratta di un calo del 3,8% su base annua rispetto alle 33.463 auto vendute a maggio 2021.

La performance di maggio costituisce un ragguardevole miglioramento del 2.000% rispetto alle 1.512 auto vendute da Tesla in Cina ad aprile; la società non ha esportato alcuna auto durante il mese.

A maggio invece Tesla ha esportato 22.340 unità, con 9.825 unità vendute sul mercato interno; un anno fa le esportazioni e le vendite sul mercato interno dell’azienda ammontavano rispettivamente a 21.936 e 11.527 unità. Il mix più elevato di esportazioni è in linea con la politica dell’azienda di concentrarsi sugli impegni verso l’esterno nella prima metà del trimestre.

La produzione di veicoli Tesla è aumentata da 10.757 unità ad aprile a 33.544 unità a maggio.

Perché è importante La chiusura della Giga Shanghai per circa tre settimane a seguito della recrudescenza del COVID-19 in Cina ha causato preoccupazione tra gli investitori; la Cina è infatti il pilastro centrale della storia di crescita di Tesla, sia dal punto di vista della domanda che dell’offerta.

 

 

Fonte:www.financialounge.com