Le scorte di greggio USA hanno registrato un forte aumento la scorsa settimana

 

La scorsa settimana le scorte di greggio USA sono aumentate di 4,8 milioni di barili, alimentando i timori di un calo della domanda nei rischi crescenti di una recessione economica.

Il greggio West Texas Intermediate si è attestato a 95,69 dollari al barile dopo il report, per poi attestarsi a 95,84.

La settimana precedente l’API aveva riportato un aumento di 3,8 milioni di barili, mentre gli economisti si aspettavano un calo di circa 1,9 milioni di barili.

L’API ha anche mostrato che le scorte di benzina sono salite di 2,9 milioni di barili la settimana scorsa, mentre le scorte dei prodotti raffinati sono aumentate di circa 3,3 milioni di barili.

l’OPEC ha previsto un rallentamento della domanda nel 2023 a 2,7 milioni di barili al giorno e ha mantenuto invariate le previsioni sulla domanda del 2022 a causa di rischi dovuti a “tensioni geopolitiche, pandemia, inflazione, problemi nelle catene di approvvigionamento, livelli di debito sovrano elevati e inasprimento della politica monetaria delle banche centrali di USA, Regno Unito, Giappone e zona euro”.

 

 

Fonte:www.reuters.com