La compagnia aerea scandinava SAS ha comunicato di aver presentato istanza di fallimento negli Stati Uniti, spiegando che lo sciopero dei piloti ha avuto un impatto sulla posizione finanziaria e sulla liquidità

 

Le trattative salariali tra Sas e i piloti sono fallite ieri, innescando uno sciopero che si aggiunge al caos dei viaggi in Europa all’inizio del periodo di punta delle vacanze estive.
In un comunicato pubblicato oggi, la compagnia ha detto che continuerà a servire i propri clienti durante il processo di bancarotta, anche se lo sciopero dei piloti sta avendo un impatto sul programma dei voli.
Lo scopo dell’istanza, ha aggiunto, è di accelerare il piano di ristrutturazione annunciato a febbraio.
“Per procedere con l’attuazione degli elementi chiave del piano, Sas e alcune controllate hanno presentato volontariamente istanza di fallimento ai sensi del Capitolo 11 negli Stati Uniti, un processo legale per la ristrutturazione finanziaria condotto sotto la supervisione di un tribunale federale statunitense”, si legge nella nota.

 

 

Fonte:www.euronews.com