Ecco gli eventi più importanti da seguire questo giovedì 10 marzo sui mercati finanziari

 

Alle 13:45 CET la Banca Centrale Europea comunicherà la decisione sul tasso di interesse. Con la crisi ucraina che ha stravolto il contesto economico-finanziario, gli analisti non si aspettano alcun cambiamento importante, l’attenzione è più che altro concentrata sulla successiva conferenza stampa della presidente Christine Lagarde delle 14:30 CET per qualche indicazione sulle previsioni economiche e sui piani politici della banca centrale.

“Tanta cautela per i membri della BCE da cui non ci si attende una modifica alle politiche monetarie in essere. Tanta flessibilità nei prossimi mesi per un possibile intervento da falco, dopo aver valutato con particolare attenzione gli effetti dell’invasione russa in Ucraina su crescita e pressioni inflazionistiche”, scrive in una nota Filippo Diodovich Senior Market Strategist, IG Italia

Questo giovedì è in programma l’importante vertice dei leader dell’Unione europea. Incontro in cui verranno discusse le prospettive economiche all’indomani della guerra Russia-Ucraina, i piani per ridurre la dipendenza dal petrolio e dal gas russi, e il possibile nuovo maxi-Eurobond.

Intanto, gli Emirati Arabi Uniti sosteranno la proposta all’OPEC+ di accelerare la produzione di petrolio dopo che gli Stati Unti hanno ordinato lo stop delle importazioni russe di energia. La mossa è stata interpretata come un cambiamento radicale nella strategia del cartello che potrebbe creare una spaccatura all’interno dell’organizzazione stessa.

Intanto nell’Est Europa si continua a morire. Con 2 milioni di profughi che hanno già lasciato l’Ucraina da quanto è scoppiato il conflitto (24 febbraio), salgono a diverse migliaia il numero di vittime civili dopo che la Russia ha attaccato un’ospedale pediatrico nel centro di Mariupol, città strategica per il controllo del Mar Nero.

 

 

Fonte:www.benzinga.com