Il governo britannico ha raggiunto accordi per acquistare 114 milioni di dosi aggiuntive di vaccini anti-Covid da Pfizer Inc (NYSE:PFE) / BioNTech SE (NASDAQ:BNTX) e Moderna Inc (NASDAQ:NASDAQ:MRNA); i nuovi contratti con Pfizer/BioNTech e Moderna sono stati accelerati alla luce dell’emergere della nuova variante Omicron

 

Questi accordi di prossima fornitura includono l’accesso a vaccini modificati, se necessario, per combattere la variante Omicron e le future varianti oggetto di preoccupazione.

L’accordo prevede ulteriori 60 milioni di vaccini Moderna e 54 milioni di dosi di Pfizer/BioNTech per il prossimo anno e per il 2023.

“Questi nuovi accordi saranno la prova futura del grande sforzo vaccinale da parte della Gran Bretagna – che finora ha fornito oltre 115 milioni di prime dosi, seconde dosi e dosi di richiamo in tutto il Regno Unito – e garantiranno che possiamo proteggere ancora più persone negli anni a venire”, ha dichiarato il Ministro della salute Sajid Javid.

Finora quasi 51 milioni di persone in Gran Bretagna hanno ricevuto la loro prima dose di vaccino contro il COVID, quasi l’89% della popolazione di età superiore ai 12 anni; oltre 46 milioni hanno ricevuto due dosi e circa 18,6 milioni hanno ricevuto una vaccinazione di richiamo.

Il primo ministro Boris Johnson ha annunciato il nuovo obiettivo di offrire a tutti gli adulti un richiamo del vaccino entro la fine di gennaio.

I contratti per i nuovi vaccini si aggiungono all’ordine da 35 milioni di dosi Pfizer effettuato ad agosto per la seconda metà dell’anno prossimo, ai 60 milioni di dosi di Novavax Inc (NASDAQ:NVAX) e ai 7,5 milioni di dosi di GlaxoSmithKline Plc (NYSE:GSK) / Sanofi (PA:SASY) SA (NASDAQ:SNY) che sono previste per il 2022 ma che devono ancora ricevere l’approvazione da parte dell’autorità di regolamentazione britannica.

 

 

Fonte:www.benzinga.com