Le criptovalute restano al centro dell’attenzione degli investitori questo mercoledì dopo che il debutto dell’ETF ProShares Bitcoin Strategy ha spinto il Bitcoin verso i massimi storici

 

Intanto la Cina non abbassa i tassi d’interesse principali. Attenzione all’inflazione al consumo dell’area euro dopo dopo i dati del Regno Unito.  Né perdono di vista i prezzi del petrolio, che si stanno correggendo di nuovo questo mercoledì.

Questi i cinque fattori principali che gli investitori guarderanno questo mercoledì:

Crypto: buon debutto dell’ETF Bitcoin

Martedì ha debuttato negli Stati Uniti il primo ETF ProShares Bitcoin Strategy, e ha chiuso in rialzo dell’1,4% a $42,43 dando una forte spinta al settore delle criptovalute. Il Bitcoin scambia poco sotto i record dello scorso aprile, dopo aver toccato i massimi intraday di a $63.998.

Banca centrale cinese

La PBoC ha mantenuto invariati i tassi sui prestiti a uno e cinque anni per il 18esimo mese consecutivo, come ampiamente previsto. Per gli analisti, è più probabile che l’allentamento da parte della banca cinese arrivi sotto forma di un taglio del RRR per le banche. C’è invece molta più attenzione su materie prime e immobiliare dopo che il governo di Pechino ha minacciato di intervenire sui mercati del carbone onshore per limitare i prezzi che hanno fatto precipitare i futures del carbone continentale di oltre il 10%.

In una nota, gli analisti della società di broker Oanda hanno scritto che “Evergrande e il settore degli sviluppatori immobiliari in Cina sono stati fuori dai radar nell’ultima settimana o giù di lì, ma i problemi non sono scomparsi”.

“Potremmo vedere più titoli di Evergrande pesare sui mercati cinesi verso la fine della settimana mentre si avvicina il primo periodo di grazia di 30 giorni sulle obbligazioni offshore non pagate. Questo sabato è il D-Day per la scadenza del primo periodo di grazia, e prevediamo ci sarà un default formale”.

Risultati aziendali Usa

La stagione degli utili societari del terzo trimestre continua. Oggi presentano i conti Tesla (NASDAQ: NASDAQ:TSLA), Roche (SIX: ROG), Nestlé (SIX: NESN), ASML Holding (AS: AS:ASML), IBM (NYSE: IBM) e Verizon (NYSE: VZ), tra gli altri .

Borse

Segno contrastato oggi sui principali indici asiatici. Il Nikkei 225 è in rialzo dello 0,1%, l’Hang Seng di Hong Kong è in rialzo dell’1,1% mentre lo Shanghai Composite è in calo dello 0,2%. Per quanto riguarda Wall Street, martedì anche il mercato ha chiuso in verde: spiccano le chiusure dell’S&P 500 (0,7%), NASDAQ Composite (0,7%) e Dow Jones (0,5%).

Dati macro

Nell’agenda macroeconomica, spiccano l’IPC della Zona Euro, il PPI della Germania e le partite correnti di Portogallo ed Eurozona. Negli Stati Uniti conosceremo le scorte di greggio dell’AIE e il Beige Book.

 

Fonte:www.reuters.com