Lo ha detto l’AD del gruppo farmaceutico per l’Italia Päivi Kerkola in una intervista a Repubblica

 

Pfizer (NYSE:PFE) rispetterà gli impegni sulla fornitura di vaccini anticovid presi con Italia e Unione europea – che sono però basati sulla consegna di dosi e non di fiale – e l’impegno sarà garantito anche qualora Roma muovesse azioni legali per i ritardi.

Lo ha detto l’AD del gruppo farmaceutico per l’Italia Päivi Kerkola in una intervista a Repubblica.

 

L’Avvocatura generale dello Stato italiana sta valutando un esposto alla magistratura per ‘attentato alla salute pubblica’ a seguito dei ritardi nelle consegne da parte del colosso Usa.

La manager nega che Pfizer stia favorendo la consegna dei vaccini in paesi che pagherebbero un prezzo più alto, come per esempio gli Stati Uniti e dice che l’azienda è in grado di fornire 2 miliardi dosi entro fine anno. Anche a questo scopo è stato potenziato lo stabilimento belga di Puurs.

In merito alla reazione a una eventuale causa legale da parte italiana, la manager ha risposto: “Non intendiamo fare speculazioni su questo, ma continueremo a fornire il vaccino come previsto dagli accordi con la Commissione Europea e ad assicurare, inoltre, la fornitura di tutti i nostri farmaci e vaccini per i pazienti che ne hanno bisogno in Italia e negli altri Paesi”.

 

Fonte:www.investing.com