Il petrolio è in salita questo martedì, mentre salgono i timori sulla scarsità di scorte e forniture

 

I future Brent sono saliti dello 0,97% a 115,24 dollari alle 6:07 AM CEST ed i  future del greggio WTI sono in salita dell’1,99% a 110,14 dollari.

Gli investitori temono la ristrettezza delle scorte e delle forniture dopo le sanzioni occidentali sul petrolio russo.

“Il mercato resta cauto sulle interruzioni delle forniture di petrolio russo mentre entrano in vigore le sanzioni europee”, hanno scritto gli analisti di ANZ Research in una nota.

Il mercato sta valutando le tensioni tra timori per le forniture e l’incertezza sulla crescita globale nell’attuale contesto di livelli di inflazione e aumento dei tassi. Ad alimentare ulteriormente i timori per la domanda l’aumento dei casi di Covid-19 in altre grandi città come Shenzhen.

“È una tensione che vedremo per il resto dell’anno”, scrive l’economista Justin Smirk.

“Si teme una recessione, ma non ci siamo arrivati. La ripresa è ancora in atto”, ha aggiunto Smirk.

Ora gli investitori attendono i dati sulle scorte di greggio USA all’American Petroleum Institute.

 

 

Fonte:www.euronews.com