Secondo la casa d’investimento sono venuti meno i freni alla crescita, in generale, i mercati dovranno tener conto della maggiore incidenza dello Stato e dell’inflazione. Sostenibilità opportunità per gli investitori

 

 

l’Italia è in una posizione ottimale come non era mai stata prima, le opportunità di crescita sono al livello più alto da molto tempo e i principali freni alla crescita, rappresentati dall’alto debito e dalla bassa produttività, stanno lasciando il passo a una crescita più sostenuta, unico modo per ridurre il debito sovrano. Il Next Generation EU sarà un driver chiave per uscire dalla trappola della bassa crescita con maggiori investimenti pubblici e a riforme strutturali, come quelle per rendere più efficiente la giustizia, la pubblica amministrazione, e migliorare la digitalizzazione, insieme alla transizione energetica. La Bce ha un ruolo importante per supportare gli spread dei Btp anche in un ambiente di tassi più elevati l’anno prossimo.

Lo sottolinea Valentijn van Nieuwenhuijzen, Chief Investment Officer di NN Investment Partners, che fa il punto sulle prospettive di economie e mercati nel 2022, rilevando che potrebbe tornare anche interesse verso il reddito fisso europeo, con un impatto favorevole sui Btp, mentre gli sviluppi della pandemia potrebbero indurre la Bce ad essere più accomodante già da dicembre. Dal punto di vista degli investimenti azionari in Italia, secondo NN IP i fattori macro e ESG influenzeranno la crescita, le finanze pubbliche e i costi di finanziamento, offrendo opportunità interessanti. I costituenti dell’indice MSCI Italy sono dominati da finanziari, beni di consumo e utility.

 

 

Fonte:www.investing.com