Un gruppo formato da 225 dipendenti di Google ha annunciato la nascita di Alphabet (NASDAQ:GOOGL) Workers Union

 

Svolta sindacale nella Silicon Valley, la storica sede delle società tecnologiche americane per giganti come Google, Facebook (NASDAQ:FB) e Microsoft (NASDAQ:MSFT). Un gruppo di 225 dipendenti di Google, infatti, ha annunciato la creazione di Alphabet Workers Union, il primo sindacato dei lavoratori delle aziende hi-tech, dopo anni di resistenze alla nascita di rappresentanza organizzata. La storica nascita del sindacato arriva con il crescere delle richieste dei dipendenti di Google in tema di politiche aziendali, in particolare per quanto riguarda la retribuzione, le molestie e le questioni etiche all’interno della società controllata da Google.

PARTENZA IN SEGRETO

Secondo quanto raccontato dal New York Times, il sindacato è stato organizzato in segreto nel corso dell’anno, per poi arrivare all’elezione dei suoi leader il mese scorso. L’Alphabet Workers Union ha deciso l’affiliazione al sindacato dei lavoratori delle telecomunicazioni e dei media di Stati Uniti e Canada, il Communications Workers of America, ma per ora resta un sindacato di minoranza vista l’esigua quantità degli aderenti attuali rispetto ai 260 mila dipendenti e collaboratori complessivi di Google.

 

 

Fonte:www.investing.com