Cosa è successo: fra il 12 novembre e il 15 novembre, Sony avrebbe venduto 118.085 unità di PlayStation 5, ovvero un terzo delle vendite registrate dalla PS4 durante il fine settimana del lancio

 

Le nuove console di Sony Corporation (NYSE:SNE) e Microsoft Corporation (NASDAQ:NASDAQ:MSFT) non sono riuscite a realizzare i numeri di vendita raggiunti dai loro predecessori in Giappone per via dei vincoli legali alla fornitura, come riferito mercoledì da Bloomberg.

Cosa è successo: fra il 12 novembre e il 15 novembre, Sony avrebbe venduto 118.085 unità di PlayStation 5, ovvero un terzo delle vendite registrate dalla PS4 durante il fine settimana del lancio.

Microsoft è riuscita a vendere 20.534 console Xbox Series X e S in sei giorni a partire dal 10 novembre; la console non è riuscita a superare le 23.562 vendite registrate da Xbox One durante i suoi primi giorni di lancio, secondo le stime fatte da Famitsu, rivista giapponese di videogiochi.

Gli analisti di Citi Research, Kota Ezawa e Yui Shoji, sottolineano la carenza di forniture negli Stati Uniti, dove le vendite avvengono in base all’ordine di arrivo, come quelle in Giappone.

“Questo aspetto sembra indicare basse quantità di fornitura, così come una solida domanda dopo il lancio”, hanno scritto gli analisti, come riferisce Bloomberg.

Serkan Toto, un consulente di settore con sede a Tokyo, ha affermato che i disagi logici e di fabbrica causati dalla pandemia di COVID-19 in corso hanno influenzato la capacità dei produttori di tenere il passo con lo slancio dell’offerta.

Perché è importante: Microsoft ha lanciato le sue due console in 37 Paesi, mentre il modello precedente aveva fatto il suo debutto in 13 nazioni; Sony ha invece distribuito la PS5 in 65 Paesi, una cifra quasi doppia rispetto a quanti avevano ricevuto la PS4 al momento del debutto; i lanci simultanei potrebbero aver ridotto le forniture, ha osservato Bloomberg.

Secondo quanto riferito, i rivenditori in Giappone non sanno indicare con certezza la data in cui disporranno delle console in magazzino, mentre i prezzi sul mercatino dell’usato online di Mercari hanno raggiunto i 1.000 dollari; il normale prezzo al dettaglio per le unità è compreso tra 400 e 500 dollari.

La PlayStation 5 è andata esaurita lo stesso giorno del suo lancio in Giappone; il debutto della console negli Stati Uniti ha portato a problemi sui siti web di Walmart Inc (NYSE:WMT) e Best Buy Co Inc (NYSE:NYSE:BBY).

Movimento dei prezzi: lunedì le azioni Microsoft hanno chiuso in calo dell’1,32%, a 211,08 dollari; lo stesso giorno, a New York, le azioni Sony hanno chiuso in ribasso dell’1,63%, a 88,25 dollari.

 

 

 

Fonte:www.investing.com