L’affiliata di Natixis Investment Managers analizza il posizionamento e le opportunità d’investimento da prendere in considerazione all’interno dei mercati emergenti sulla scia del conflitto in corso in Ucraina

 

I cicli di politica monetaria dei mercati emergenti e di quelli sviluppati evidenziano una netta divergenza. I cicli di rialzo dei tassi negli emergenti sono ben avviati e stanno raggiungendo la maturità in alcuni casi, come ad esempio in Brasile, mentre le Banche centrali dei Paesi sviluppati hanno appena dato il via alle politiche restrittive, anche se molto è già stato prezzato, come negli Stati Uniti. Secondo Loomis Sayles, affiliata di Natixis Investment Managers, questa divergenza dei tassi potrebbe creare interessanti opportunità d’investimento nei mercati locali emergenti, in particolare in valuta locale.

INFLAZIONE GENERALMENTE ELEVATA

Le Banche centrali globali hanno dovuto affrontare una forte accelerazione dell’inflazione che ha raggiunto livelli storicamente elevati, e poiché l’inflazione negli emergenti ha superato l’inflazione media dei paesi sviluppati, le banche centrali emergenti hanno risposto in modo più proattivo e aggressivo. Loomis Sayles sottolinea che negli emergenti l’inflazione rimane generalmente alta, e i problemi persistenti della catena di approvvigionamento, insieme alla forza dei prezzi delle materie prime, suggeriscono un possibile trend al rialzo.

 

 

Fonte:www.investing.com