Avvio in lieve rialzo per i listini del Vecchio Continente, dopo l’incontro in video tra i leader Usa e Cina. Sotto la lente resta l’inflazione. Prezzo del petrolio in rialzo

 

 

Partenza sopra la parità per i listini europei, con gli investitori che continuano a monitorare le prospettive dell’inflazione, con la Bce che non vede le condizioni per un aumento dei tassi nel 2022 e prevede un calo dei prezzi dal prossimo anno, e dopo il primo meeting virtuale tra il presidente americano Joe Biden e il leader cinese Xi Jinping. A Milano il Ftse Mib segna +0,30%, il Dax a Francoforte +0,17%, il Cac 40 di Parigi +0,35%, l’Ibex 35 di Madrid +0,10% e il Ftse 100 di Londra +0,10%. La Borsa di Tokyo archivia la seduta in rialzo, con l’indice Nikkei a +0,1%.

Il vertice americano-cinese si è concluso senza annunci particolari. L’auspicio degli investitori è quello di una maggiore distensione tra Washington e Pechino, con lo yuan in rialzo, vicino ai massimo dal 2018. La copertura di fronte al rischio sostiene l’oro, in rialzo dello 0,2%, vicino a 1.866 dollari l’oncia per la consegna spot.

 

 

Fonte:www.financialounge.com