La presidente della Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC) Jelena McWilliams ha sostenuto un sentimento positivo sulle criptovalute. Ritiene che sia giunto il momento di consentire alle banche americane di possedere criptovalute di tipo Bitcoin per i propri scopi e anche per gli scopi dei propri clienti

 

 

Il capo della FDIC, un’impresa statale che assicura i depositi delle banche membri, ha parlato della questione in un’intervista a Reuters durante la conferenza Money 20/20 a Las Vegas.

 

“Penso che dobbiamo consentire alle banche di entrare in quest’area gestendo adeguatamente i rischi coinvolti”, ha detto McWilliams nel bel mezzo di un periodo in cui la FDIC, in collaborazione con l’OCC (la Federal Reserve degli Stati Uniti) ha un terreno comune sulla loro ulteriore regolamentazione delle criptovalute pratiche.

“Il mio obiettivo in questo gruppo inter-agenzia è dare alle banche un modo per agire come gestori di queste risorse, per utilizzare le criptovalute e usarle come forma di garanzia”, ​​ha aggiunto.

Allo stesso tempo, McWilliams ha indicato che la FDIC sta cercando di comprendere il concetto di mantenere le sue criptovalute nei bilanci di società quotate in borsa come Tesla e Microstrategy.

Con queste dichiarazioni, il capo della FDIC ha dato seguito alle azioni dell’ex capo dell’OCC Brian Brooks, che nel 2020, durante il suo mandato come capo del regolatore, ha adottato misure per consentire alle banche federali e alle compagnie assicurative di fornire servizi di custodia per il digitale dei loro clienti. risorse.

Tuttavia, dopo che Michael Hsu è venuto a capo dell’OCC, l’iniziativa di Brooks è stata vanificata. “Temo che queste iniziative non siano state attuate in pieno coordinamento con tutte le parti interessate. Non mi sembra che facciano parte di una strategia più ampia legata al perimetro normativo”, ha affermato Hsu sui passi del suo predecessore nel maggio di quest’anno.

Portal DeCrypt ha affermato che l’attuale posizione delle banche associate alla detenzione di criptovalute è relativamente complicata e poco chiara. Alcune grandi banche hanno già indicato che sarebbero interessate a fornire servizi di custodia. Tuttavia, un accordo tra FDIC, OCC e Fed che “permetterebbe” la custodia dei servizi bancari legati alle criptovalute potrebbe essere un chiaro “via libera” a favore di questi servizi. McWilliams ha aggiunto che fino a quando le criptovalute “non raggiungeranno le banche”, si diffonderanno rapidamente fuori dalla banca, riducendo la supervisione dei mercati da parte dei regolatori.

 

 

Fonte:www.kryptonovinky.cz