Il FTSE MIB è in rialzo dello 0,6% in linea con le peers europee: DAX +0,1%, CAC 40 +0,5%, FTSE 100 +0,6% ed Euro Stoxx 50 al +0,4%

 

 

Milano torna oltre i 27.000 punti mercoledì dopo le forti vendite della vigilia (-1,6%), con Telecom Italia (MI:TLIT) e UniCredit (MI:CRDI) che spingono gli acquisti. Ancora in rialzo lo spread Btp/Bund ormai vicino ai massimi annuali dopo i commenti arrivati dal alcuni membri del board Bce.

Tra i titoli, TIM (MI:TLIT) balza al +9% dopo le prese di profitto di martedì, con il fondo Kkr che starebbe valutando un incremento dell’offerta di 0,80 centesimi per andare incontro a Vivendi (PA:VIV), azionista di maggioranza con il 23,5%, che ha già fatto sapere di non ritenere congrua il prezzo di 0,505 avanzato inizialmente dal fondo Usa.

Con il cda di Tim che si riunirà il 26 novembre, il ministro del Mise Giorgetti ha dichiarato che il governo vedrà “la proposta che viene avanti e vedremo le decisioni che adotterà il consiglio di venerdì”, ma “siamo in presenza di una società quotata in Borsa”, e quindi l’interesse di un investitore estero “è molto positivo”.

In rialzo anche UniCredit (MI:CRDI), +1,7%, dopo che S&P ha migliorato l’outlook della banca a positivo da stabile, confermando i rating a ‘BBB’ a lungo termine e ‘A2’ a breve termine e i giudizi sulle emissioni.

Intanto, lo spread Btp/Bund si attesa sui massimi annuali in area 130 punti base con titolo Btp a 10 anni oltre l’1,061% dopo i commenti di Isabel Schnabel, membro del Consiglio direttivo Bce, la quale ha affermato che i rischi inflazionistici “sono inclinati verso l’alto”, e che i piani per terminare il programma PEPP “restano validi nonostante la nuova ondata di contagi da Covid-19”.

 

 

Fonte:www.proiezionidiborsa.com