Nella fascia di età 15-24 anni il tasso di disoccupazione si attesta al 29,4% dal 30,7% rivisto di maggio

 

Nel mese di giugno si registra in Italia un aumento congiunturale degli occupati e una diminuzione sia dei disoccupati sia degli inattivi.

Secondo i dati diffusi stamani da Istat, il tasso di disoccupazione si porta al 9,7% – tornando dopo cinque mesi sotto la soglia del 10% – dal 10,2% rivisto del mese precedente e contro attese pari a 10,4%.

Il tasso di occupazione è al 57,9% dal 57,5% rivisto del mese prima.

Nel mese osservato diminuisce su base mensile anche il numero degli inattivi di 15-64 anni, con il tasso di inattività che scende al 35,8%.

“A giugno si rafforza la tendenza alla crescita dell’occupazione iniziata a febbraio 2021; nel corso dei cinque mesi si registra un aumento di oltre 400 mila occupati”, osserva Istat nella nota che accompagna la diffusione dei numeri, aggiungendo che la risalita non coinvolge i lavoratori autonomi, che nello stesso periodo hanno registrato una diminuzione di 44 mila unità, nonostante il recupero di 39 mila unità nell’ultimo mese.

Rispetto a febbraio 2020, mese precedente a quello di inizio della pandemia, il numero di occupati è ancora inferiore di oltre 470 mila unità. Il tasso di occupazione è più basso di 0,8 punti percentuali, quello di disoccupazione torna sugli stessi livelli, mentre il tasso di inattività rimane superiore di 1 punto percentuale, dice l’Istituto.

 

Fonte:www.financialounge.com