Le restanti 10,8 milioni saranno cedute dalle società veicolo Dsa, Hse e Hcs che fanno capo ai co-fondatori Daniele Conti e Luciano Secciani e alle loro famiglie

 

 

Seco, gruppo aretino high tech specializzato in tecnologie IoT, ha fissato la forchetta indicativa di prezzo per l’Ipo tra 3,30 e 4,15 euro per azione.

Lo dice una nota della società, aggiungendo che la forchetta corrisponde a una capitalizzazione post aumento di capitale tra circa 353,7 milioni e circa 444,8 milioni di euro.

L’offerta per lo sbarco in Borsa ha per oggetto fino a 37,8 milioni di azioni, di cui 27 milioni da un aumento di capitale senza diritto di opzione.

Le restanti 10,8 milioni saranno cedute dalle società veicolo Dsa, Hse e Hcs che fanno capo ai co-fondatori Daniele Conti e Luciano Secciani e alle loro famiglie, da Lomarini & Lomarini Consultant e dal Fondo Italiano d’Investimento Sgr.

Dsa, Hse, Hcs e il Fondo Italiano d’Investimento concederanno al joint global coordinator un’opzione greenshoe fino a 5,7 milioni di azioni che in caso di esercizio porterà al 40-45% del capitale l’offerta complessiva.

Goldman Sachs (NYSE:GS) International e Mediobanca (MI:MDBI) agiscono come joint global coordinator e joint bookrunner. Mediobanca è anche sponsor per l’ammissione alla quotazione su Mta.

 

 

Fonte:www.investing.it