Invesco ha sviluppato un team interno di esperti ESG e processi solidi, tramite i quali promuove un engagement incisivo per ridurre i rischi, migliorare i rendimenti ed esercitare un impatto positivo sulla società e sull’ambiente

 

 

Oltre 250 ETF ESG. È questa la gamma disponibile sul mercato europeo dei prodotti passivi che spaziano da quelli che comportano semplici esclusioni a quelli che applicano metodologie ESG “best in class” più rigorose, combinando screening positivo e negativo e numerose soluzioni intermedie.

Peccato che il percorso per selezionare un ETF ESG genuino sia tutt’altro che chiaro. Basti pensare che persino il termine “ESG” non è universalmente comprensibile, poiché manca una definizione comune in tutto il settore. Il rischio, per gli investitori inclini all’investimento sostenibile, è di ritrovarsi inconsapevolmente esposti a società, settori e risultati con cui non vogliono avere a che fare. Per scongiurare questo pericolo è necessario dedicare molto tempo e tante energie alla ricerca dell’ETF ESG che più si addice ai propri scopi.

 

 

Fonte:www.financialounge.com