Francesco Gaetano Caltagirone si è dimesso dagli incarichi in Generali (MI:GASI), di cui è vice presidente vicario oltre che azionista con l’8,04% con una dura critica al consiglio di amministrazione e nel quadro dello scontro per la riconferma dell’AD Philippe Donnet, a cui si è opposto

 

In una nota del gruppo assicurativo triestino diffusa ieri notte, Caltagiorne motiva la scelta sostenendo di essere stato palesemente osteggiato e impedito dal dare il proprio contributo critico e ad assicurare un controllo adeguato, in riferimento “alla presentazione e approvazione del piano strategico; alla procedura per la presentazione di una lista da parte del Consiglio; alle modalità di applicazione della normativa sulle informazioni privilegiate; all’informativa sui rapporti con i media e con i soci significativi, ancorché titolari di partecipazioni inferiori alle soglie di rilevanza”.
Le critiche sono state respinte dal presidente Gabriele Galateri di Genola, che nella nota ha espresso “vivo rammarico e sorpresa per la decisione assunta dal cav. Caltagirone. Le motivazioni addotte non possono che essere categoricamente respinte avendo la società sempre condotto la sua attività secondo criteri di assoluta trasparenza e rigorosa correttezza, anche relativamente ai lavori per la presentazione di una lista per il rinnovo del consiglio, di cui ha costantemente informato le autorità di vigilanza”.

 

 

 

Fonte:www.financialounge.com