I titoli e i temi che potrebbero contribuire ad animare la sessione odierna sui mercati finanziari internazionali

 

 

Petrolio: chiusura in calo ieri per le quotazioni dell’oro nero che si sono fermate a 73,06 dollari, con un ribasso dello 0,8%.

Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell’energia USA.

Wall Street: conclusione positiva anche ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones e l’S&P500 sono saliti dello 0,2% e dello 0,51%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 14.253,27 punti, in rialzo dello 0,79%.

I dati macro USA

Dati Macro ed Eventi Usa: oltre all’indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari, oggi si conoscerà il dato preliminare dell’indice PMI manifatturiero che dovrebbe salire da 62,1 a 62,3 punti, mentre l’indice PMI servizi di giugno è atteso in crescita da 70,4 a 70,8 punti.

Per le vendite di case nuove a maggio le attese parlano di un aumento da 863mila a 890mila unità, mentre le partite correnti nel primo trimestre dovrebbero mostrare un deficit di 207 miliari di dollari, in peggioramento rispetto ai 188,5 miliardi dei tre mesi precedenti.

Dati Macro ed Eventi in Europa: il dato preliminare dell’indice PMI composito a giugno è visto in salita da 57,1 a 58,8 punti, mentre l’indice PMI manifatturiero in calo da 63,1 a 62,2 punti e l’indice PMI servizi in aumento da 55,2 a 57,5 punti.

In Germania l’indice PMI manifatturiero a giugno dovrebbe calare da 64,4 a 63,4 punti e l’indice PMI servizi salire da 52,i a 55 punti.

In Francia l’indice PMI manifatturiero a giugno è visto in calo da 59,4 a 59 punti e l’indice PMI servizi in salita da 56,6 a 59 punti.

 

Fonte:www.trend-online.com