Il dollaro è incerto, con gli investitori sulle spine in attesa che vengano pubblicate le minute dell’ultimo meeting Fed, da cui potrebbero arrivare indicazioni sulle prospettive di inflazione e sul futuro ritmo di rialzo dei tassi di interesse

 

L’indice del dollaro cede lo 0,22% contro un paniere di sei valute.

Secondo Carol Kong, currency strategist della Commonwealth Bank of Australia, il movimento di ieri è stato il riflesso di un miglioramento del “risk sentiment”, con mercati azionari e obbligazioni in rally grazie a migliori risultati societari e alle aspettative di un rallentamento nel ritmo della stretta monetaria.

Il dollaro neozelandese guadagna lo 0,4% circa nel cross con la divisa Usa dopo che la banca centrale della Nuova Zelanda ha alzato i tassi di 75 punti base al 4,25%, segnalando che i tassi dovranno salire più rapidamente di quanto indicato in precedenza.

In Cina la recrudescenza del Covid-19 ha offuscato le speranze di una rapida riapertura dell’economia. Shanghai ha improvvisamente cancellato un evento dell’industria automobilistica, mentre Chengdu ha in programma test di massa per i residenti per cinque giorni.

 

 

Fonte:www.reuters.com