Il dollaro sfiora il record di un mese nei confronti dell’euro dopo aver toccato il massimo di una settimana nei confronti dello yen, mentre gli operatori si preparano ai dati cruciali sull’inflazione statunitense e alle previsioni sui tassi di interesse della Fed

 

Alle 10,15 il dollaro guadagna lo 0,2% a 157,34 yen dopo aver toccato il massimo dal 3 giugno a 157,39.

L’euro è poco mosso a 1,076 dollari. Ieri è scivolato fino a 1,0731, un livello visto per l’ultima volta il 9 maggio, dopo il successo dell’estrema destra al voto per il Parlamento europeo e la convocazione di elezioni nazionali anticipate da parte del presidente francese Emmanuel Macron.

La sterlina cede lo 0,05% a 1,2723 dollari dopo che il tasso di disoccupazione britannico è aumentato ad aprile, nonostante un altro mese di forte crescita dei salari.

L’indice del dollaro guadagna lo 0,03% a 105,185, dopo essere arrivato ieri fino a 105,39 per la prima volta dal 14 maggio.

La Banca del Giappone definirà la propria politica venerdì. Mentre gli investitori si aspettano una riduzione degli acquisti mensili di titoli di Stato da parte della banca centrale già nel corso della riunione, i differenziali di rendimento con gli Stati Uniti mantengono lo yen sulla difensiva.

 

 

Fonte:www.reuters.com