In un cambio di passo rispetto all’atteggiamento della Fed durante la pandemia, la presidente della banca federale di Kansas City Esther George ha dichiarato giovedì di “non essere sorpresa” dai recenti cali del mercato azionario

 

 

Se da una parte la governatrice ha riconosciuto che le equity “stanno attraversando una settimana difficile”, dall’altra ha sottolineato che sebbene la normalizzazione della politica monetaria non sia mirata ai mercati azionari, è “una delle strade attraverso le quali emergeranno condizioni finanziarie più restrittive”.
Le osservazioni, rilasciate in un’intervista alla CNBC, fanno eco al tono impostato da Powell martedì, il quale ha dichiarato ad un evento del WSJ che la Fed è disposta a mantenere la rotta sugli aumenti dei tassi fino a quando “non sarà evidente un rallentamento dell’inflazione”.
“Dobbiamo vedere l’inflazione scendere in modo convincente. Finché non lo vedremo, andremo avanti con l’aumentare i tassi”, ha affermato Powell, aggiungendo che la banca centrale statunitense “non esiterà ad andare oltre il tasso neutro se necessario per raggiungere la stabilità dei prezzi”.
Con la Fed che si appresta ad aumentare i tassi di 50 punti base nelle riunioni di giungo e luglio, gli operatori temono che il percorso per frenare l’inflazione comporterà mesi di recessione. Tuttavia, Powell ha assicurato che un “atterraggio morbido rimane una possibilità, supportato da un mercato del lavoro forte che potrebbe resistere a un aumento del tasso di disoccupazione”.

 

 

Fonte:www.euronews.com