China Evergrande Group ha fiducia di poter uscire “uscire dal suo momento più buio”

 

È quanto si legge in una lettera inviata dal presidente del gruppo ai dipendenti, mentre gli investitori globali sono preoccupati dai rischi di default.

Nella lettera, giunta in coincidenza con le festività di metà autunno cinesi, il presidente del colosso immobiliare, Hui Ka Yuan, ha espresso gratitudine per il duro lavoro dei suoi dipendenti e ha detto che Evergrande consegnerà i progetti immobiliari in cui si è impegnata, rispetterà i propri impegni con gli acquirenti, gli investitori, i partner e le istituzioni finanziarie.

La seconda più grande società di sviluppo mmobiliare cinese, schiacciata da oltre 300 miliardi di dollari di passività, che equivalgono al 2% del Pil della Cina, sta cercando in ogni modo di raccogliere i fondi necessari a pagare i numerosi creditori e i fornitori, tentando anche di arginare una crisi di liquidità che la getterebbe nel baratro.

 

Fonte:www.investing.com