Evergrande Group fa un passo verso il default finanziario dopo che, secondo la stampa locale, sarebbe fallita la trattativa fra con Hopson Development (una delle cinque più grandi società immobiliari della provincia del Guangdong) per rilevare il 51% della controllata Property Services

 

Secondo quanto riportato China Global Television Network, canale televisivo di China Media Group, i due colossi del mattone avrebbero interrotto le discussioni per la cessione del 51% della controllata di Evergrande (HK:3333) ad un prezzo superiore i $5 miliardi. Discussioni, queste, iniziate all’inizio di questo mese e che hanno portato la sospensione temporanea del titolo di Evergrande (HK:3333) dalla Borsa di Hong Kong.

La nuova liquidità, anche se relativa in confronto al totale delle passività ancora sulle spalle di Evergande (circa $305 miliardi), avrebbe consentito al secondo operatore immobiliare cinese di rispettare gli oneri di diverse obbligazioni offshore scadute tra fine settembre e inizio ottobre, le quali, se non verranno rimborsate entro un periodo di 30 giorni, verranno giudicate come insolventi dalle agenzie di rating. La data più vicina è quella del 23 ottobre, scadenza ultima per la cedola non pagata il 23 settembre scorso e che fa riferimento al bond con maturity al 23 marzo 20221.

L’emittente ha affermato che la ragione della fine delle discussioni tra le due società “è piuttosto complicata, è probabile che gli azionisti di Evergrande Real Estate non abbiano raggiunto un consenso”, e “non è chiaro se le parti riprenderanno la trattativa”.

 

 

Fonte:www.reuters.com