Possibile avvio in positivo per i mercati europei questo mercoledì dopo il forte sell-off che ha colpito le piazze del Vecchio Continente nella seduta precedente: il future DAX è in rialzo dell’1,1%, il future CAC 40 è in positivo dell’1,2% mentre il future Mib registra il +1%

 

Martedì, i principali indici azionari della regione hanno chiuso con pesanti perdite dopo che i nuovi dati PMI hanno mostrato un reale pericolo contrazione per l’Eurozona, con Milano che ha perso il 3% e il DAX il 2,9%. Timori che hanno portato l’EUR/USD a registrare i livelli minimi dal dicembre 2002. In questo senso, attenzione al rilascio delle vendite al dettaglio dell’area euro.

Fari sul Regno Unito, con FTSE 100 e GBP/USD che potrebbero risentire il colpo della crisi di governo che sta colpendo il governo di Boris Johnson, dopo che il cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak e il ministro della sanità Sajid Javid hanno reassegnato le dimissioni nella serata di martedì.

Questa sera, focus sul rilascio dei verbali dell’ultima riunione della Federal Reserve, che a giugno ha aumentare i tassi di interesse di 75 punti base, il più grande aumento dal 1994. Non perderti i principali appuntamenti macro con il calendario di Investing.com: https://it.investing.com/economic-calendar/

Infine, attenzione al Dutch TTF Natural Gas e Brent dopo gli scioperi in Norvegia.

 

 

Fonte:www.benzinga.com