Con l’inflazione che sta tornando a crescere, servono soluzioni per salvaguardare ed accrescere i risparmi fermi sui conti correnti. Euromobiliare AM SGR propone una ricca gamma di opzioni

 

 

La tendenza ad accumulare liquidità sui conti correnti, già piuttosto radicata in Italia, è stata acuita dalla pandemia. Basti pensare che negli ultimi 12 mesi i depositi bancari hanno registrato un incremento di 100 miliardi di euro, superando i duemila miliardi (fonte ABI, dati a settembre 2021 relativi a famiglie e imprese). Una tendenza favorita senz’altro anche dalle restrizioni alla mobilità e dalla chiusura delle attività commerciali e produttive. I timori dei risparmiatori sono comprensibili, soprattutto in situazioni di incertezza sul futuro, perché permettono di attingere ai risparmi nel caso in cui la situazione futura lo richiedesse.

Per contro, le recenti riaperture dell’economia hanno agevolato un ritorno ad una “normalità” nella vita e nel lavoro di tutti i giorni che ha determinato un sensibile incremento della domanda di beni e servizi. Si sono creati dei veri e propri “colli di bottiglia” dal momento che le aziende non erano più abituate a questa mole di richieste: la conseguenza immediata è stata un sensibile incremento dei prezzi delle materie prime e, a cascata, dell’inflazione. Basti pensare che negli Stati Uniti i prezzi al consumo sono cresciuti a ottobre del 6,2% su base annua, il più forte aumento degli ultimi trent’anni, e in Germania del 4,5%, ai massimi da decenni. In Italia, l’ultimo dato pubblicato dall’ISTAT evidenzia un incremento dell’inflazione del 3% su base annua nel mese di ottobre, un livello di crescita dei prezzi che non si registrava dal 2012.

 

 

Fonte:www.financialounge.com