L’indice Dow è salito questo martedì, grazie all’impennata dei tech che ha fatto passare in secondo piano lo scompiglio nel settore retail causato dall’avvertimento di Target

 

L’indice Dow Jones Industrial Average è salito dello 0,80% o di 264 punti, il Nasdaq ha segnato un aumento dello 0,94% e l’S&P 500 è salito dello 0,9%.

I titoli degli energetici continuano a salire, tra rialzo dei prezzi del petrolio e timori sulla ristrettezza delle scorte dopo la fine delle restrizioni in Cina che potrebbe spingere la domanda.

APA, ConocoPhillips e Exxon Mobil hanno registrato i maggiori rialzi nel settore.

Tuttavia, il settore che ha conquistato di più è stato quello tech, che ha trainato anche gli altri settori.

Apple, che era sceso del 2% negli scambi premarket, ha tagliato le perdite ed ha chiuso in salita del 2% in quanto gli investitori hanno continuato a  valutare gli annunci fatti il giorno precedente tra cui quelli di un prodotto acquistabile con la formula “compra ora, paga dopo”.

I titoli consumer sono stati gli unici in rosso, dopo il calo del 2% di Target. Il distributore ha rivisto al ribasso le previsioni sui margini al 2% dal 5,3% precedente, ed ah illustrato delle misure promozionali per ridurre gli eccessivi livelli delle scorte.

 

 

Fonte:www.investing.com