Il dollaro USA è in salita negli scambi di questo mercoledì, con gli investitori che valutano il rischio di una recessione dopo gli aumenti dei tassi di interesse delle principali banche centrali

 

Alle 7:15 AM CEST, l’indice del dollaro, che replica l’andamento del biglietto verde contro un paniere di sei principali valute, è in salita dello 0,01% a 104,51.

Il cambio USD/JPY è in calo dello 0,02% a 136,10.

Il cambio AUD/USD si attesta a 0,6906 e la coppia NZD/USD è in salita dello 0,18% a 0,6252.

Il cambio USD/CNY è in calo dello 0,07% a 6,7030 mentre il cambio GBP/USD è salito dello 0,13% a 1,2198.

In Cina, il governo ha inaspettatamente ridotto la quarantena per chi entra nel Paese a 7 giorni da 14 giorni. La decisione ha alimentato le speranze del passaggio ad un’altra strategia contro il COVID-19 che porterebbe ad un danno economico minore.

L’euro è in calo dello 0,07% a 1,0511 dopo che la Preidente della BCE Christine Lagarde non ha offerto indicazioni sul futuro andamento dei tassi. Si prevede un aumento dei tassi a luglio, per la prima volta dopo dieci anni, nel tentativo di contenere l’inflazione.

Lagarde e Powell terranno degli interventi nel corso della giornata durante un forum.

Gli investitori temono ancora per l’inflazione dopo che l’indice CB (conference board) sulla fiducia dei consumatori è sceso al minimo di 16 mesi a giugno.

Sempre sul fronte dei dati, in Cina si attende l’indice PMI per giovedì, che potrebbe fornire delle indicazioni sul rimbalzo della seconda economia mondiale dopo le interruzioni dovute al COVID-19.

 

 

Fonte:www.benzinga.com