Il quinto appuntamento con la collana video “Future is Now” sugli investimenti tematici di Candriam, è dedicato alla mobilità del futuro. Tra 25-30 anni il parco auto sarà quasi esclusivamente a guida autonoma e la mobilità più pulita, più sicura e più smart

 

Se provassimo a immaginare la mobilità del futuro, sicuramente verrebbe da pensare alla guida autonoma. Un futuro neanche troppo lontano perché alcune tecnologie sono già tra noi, come Autopilot di Tesla (NASDAQ:TSLA), Drive Pilot di Mercedes e ProPilot di Nissan. Si tratta di sistemi che non sostituiscono il conducente umano ma lo assistono. Quando potremmo salire su un’auto a guida completamente autonoma? La strada è già segnata.

VERSO LA GUIDA COMPLETAMENTE AUTONOMA

Si è iniziato a pensare ad un’auto in grado di guidarsi da sola nel 1939, quando GM nella Fiera Mondiale di New York stupì tutto il pubblico con Futurama, un’esposizione che illustrava le sue previsioni a 20 anni sulle città e sui mezzi di trasporto. Il cammino è stato lungo, ma oggi ci sono tecnologie già molto avanzate. Gli attuali modelli di auto, infatti, sono dotate di funzionalità come il controllo di crociera e il Lane Assist, che fanno parte di sistemi di supporto per il conducente noti come ADAS (Advanced Driver-Assistance System).

 

 

Fonte:www.investing.com