I mercati europei potrebbero aprire la sessione in negativo, appesantiti dal contesto geopolitico e da quanto evidenziato dai verbali della Fed.

 

 

Il future Dax perde 67 punti, il future Mib cede 95 punti, il Cac 40 punta ad un calo di 13 punti, mentre per Euro Stoxx 50 si prevede un ribasso di 23 punti.

A Wall Street, lo S&P 500 è salito dello 0,1%, il Dow Jones Industrial Average è sceso dello 0,16%, o di 5 punti, il Nasdaq Composite è sceso dello 0,1%. dopo che le minute dell’ultimo vertice della Fed di gennaio hanno mostrato confermato che i policy maker sono a favore di un aumento dei tassi di interesse e di una “significativa” riduzione del bilancio che potrebbe iniziare nel corso dell’anno.

Fronte Ucraina, il Segretario di Stato Antony Blinken ha dichiarato che non ci sono segnali di “ritiro” delle forze russe dal confine con l’Ucraina. Le affermazioni hanno rallentato le aspettative di un de-escalation delle tensioni dopo che la Russia ha dichiarato di aver fatto rientrare parte delle forze dispiegate sul confine.

Mercati contrastati In Asia, con Hang Seng sulla parità, Nikkei in calo dello 0,8%, Shanghai al +0,1% e Taiwan Weighted in rialzo dello 0,2%.

Nelle materie prime, stamattina il petrolio prende fiato, con qualche caduta. Il greggio WTI si sposta a 92 dollari e il Brent a 93.

Nell’agenda economica, sono attesi gli interventi del presidente della Fed di St. Louis Bullard e la presidente della Fed di Cleveland Loretta Mester. In quest’ottica, nei prossimi giorni sono attesi gli interventi di diversi membri di spicco della Fed, tra cui la vice governatrice della Fed Lael

 

 

Fonte:www.investing.com