Avvio sotto la parità per i listini del Vecchio Continente con i timori degli investitori in aumento dopo che la Bce ha fatto sapere di prevedere due rialzi dei tassi entro settembre. Il prezzo del petrolio in calo

 

La Borse europee iniziano la giornata in rosso, sulla scia del calo dei listini asiatici. A Milano il Ftse Mib apre a -1,08%, il Dax di Francoforte a -1,15%, il Cac 40 di Parigi a -1,27%, l’Ibex 35 di Madrid -0,89% e il Ftse 100 di Londra a -0,87%. La Borsa di Tokyo archivia la seduta in calo, con l’indice Nikkei a -0,94%, rallentato dai timori legati alle conseguenze dell’epidemia di Covid-19 in Cina.

La presidente della Bce, Christine Lagarde si prepara a ritoccare i tassi. Entro la fine di settembre, infatti, l’Europa uscirà dall’attuale scenario di tassi di interesse negativi e finirà, di fatto, il periodo del “denaro a costo zero”. L’euro conferma il rafforzamento sul dollaro, con il cambio a 1,07, sui massimi da un mese.

 

 

Fonte:www.financialounge.com