Apertura attorno alla parità per i principali indici del Vecchio Continente in attesa dei prezzi al consumo del mese di agosto, mentre S&P500 cresce come nei primi otto mesi del 1997

 

 

Piazza Affari inaugura la seduta con un calo frazionale, così come Madrid. Francoforte, Parigi e Londra cercano di restare in territorio positivo in attesa dei dati macroeconomici che determinano le scelte della Banca Centrale Europea sul piano di acquisti. Gli asiatici archiviano la giornata in rialzo nonostante le letture PMI manifatturiero e dei servizi in contrazione: Tokyo +1,08, Shanghai +0,45, Hong Kong viaggia oltre il mezzo punto percentuale. Risultati spinti dall’andamento dei future di Wall Streett incoraggiati dai record del’S&P 500.

PIL E INFLAZIONE

Fari accesi sul fronte macroeconomico. In mattinata verrà diffuso il dato relativo al Pil del secondo trimestre di Francia e Italia previsto in aumento rispetto ai primi tre mesi dell’anno per entrambi i paesi per i quali si attende anche un aumento dell’inflazione nel mese di agosto. L’indice dei prezzi al consumo di maggio-giugno-luglio verrà anche diffuso dall’Eurostat in riferimento all’intera zona euro: l’attesa su base annuale è del 2,7%, nello stesso periodo dell’anno precedente l’inflazione era al 2,2%. Un dato da monitorare perché sta alla base delle decisioni di politica monetaria della Bce e che dunque potrebbe influenzare i movimenti di oggi sui mercati.

 

Fonte:www.investing.com