Avvio senza slancio per i listini del Vecchio Continente, restano i timori per l’inflazione e i nuovi contagi da Covid. A Milano crolla Tim all’indomani del cda, in flessione il prezzo del greggio

 

 

Le Borse europee iniziano l’ultima seduta della settimana all’insegna della cautela, mentre la stagione delle trimestrali si avvia alla chiusura. A Milano il Ftse Mib segna +0,10%, il Dax di Francoforte +0,14%, il Cac 40 di Parigi +0,37%, l’Ibex 35 di Madrid -0,15% e il Ftse 100 di Londra -0,25%. La Borsa di Tokyo archivia la settimana all’insegna dei rialzi, con l’indice Nikkei a +1,1%, trainato dai titoli tecnologici.

TRIMESTRALI SOPRA LE ATTESE

I mercati si avviano a chiudere la stagione delle trimestrali che ha fatto registrare numeri superiori alle attese degli analisti. L’ultima a battere le aspettative è stata Richemont, con un balzo degli utili nel semestre a 1,25 miliardi. A raffreddare gli umori degli investitori Covid e inflazione, tanto che gli indici sono impostati per chiudere in calo la settimana per la prima volta da inizio ottobre.

 

 

 

Fonte:www.financialounge.com