Andamento positivo per i mercati dell’area Asia-Pacifico questo martedì, nonostante la paura degli investitori per i rischi legati alle misure per bloccare l’ondata di contagi di COVID-19 nel paese

 

In Giappone l’indice Nikkei 225 era in salita dello 0,45 alle 4:34 AM CEST, mentre in Corea del Sud il KOSPI è in salita dello 0,62%.

In Australia l’ASX 200 è in calo dell’1,97% dopo la chiusura festiva di ieri.

L’indice Hang Seng di Hong Kong è in salita dello 0,93%.

In Cina lo Shanghai Composite è in salita dello 0,37% mentre lo Shenzhen Component è in calo  dello 0,57%. Si teme che Pechino sarà la prossima metropoli ad andare in lockdown, mentre la maggioranza dei residenti si sta sottoponendo a tampone. Lo yuan cinese, recupera le perdite maggiori dal 2015, dopo che la People’s Bank of China ha ridotto il coefficiente di riserva delle banche di 25 punti base nella settimana scorsa.

Negli USA, le azioni hanno chiuso in positivo la seduta volatile di lunedì, spinte dall’accordo da 44 miliardi di dollari con l’AD di (NASDAQ:TSLA) Elon Musk per l’acquisto di Twitter Inc . (NYSE:TWTR) e dagli acquisti al ribasso in vista dei report sugli utili. Questa settimana è prevista una valanga di utili da big del calibro di Alphabet Inc. (NASDAQ:GOOGL), Meta Platforms Inc. (NASDAQ:FB), Amazon.com Inc. (NASDAQ:AMZN) ed Apple Inc. (NASDAQ:AAPL).

Sul fronte dei dati, per mercoledì è atteso l’IPC australiano e per giovedì si attende il rilascio del PIL USA relativo al primo trimestre.

 

 

Fonte:www.financialounge.com