Listini contrastati nell’area Asia-Pacifico questo mercoledì, prosegue il crollo dell’azionario USA in vista della conclusione del vertice della Federal Reserve, che si prevede possa portare a decisioni di inasprimento aggressive

 

In Giappone il Nikkei 225 è sceso dello 0,67% alle 4:29 AM CEST.

l KOSPI della Corea del Sud è sceso dell’1,21%.

In Australia l’indice ASX 200 è sceso dello 0,38%.

L’indice Hang Seng di Hong Kong è in salita dell’1,14%.

In Cina lo Shanghai Composite è salito dello 0,90%, mentre lo Shenzhen Component è salito dello 0,49%.

L’S&P 500 ha chiuso in calo per il quinto giorno consecutive, nei timori di un inasprimento più aggressivo da parte della Fed, nel tentativo di contrastare l’inflazione.

Molti investitori si attendono un aumento dei tassi dello 0,75%, il maggiore dal 2004, rispetto allo 0,5% precedentemente previsto.

I Treasury si sono stabilizzati dopo che il rendimento dei Titoli del Tesoro USA a 2 anni aveva toccato un livello che non si raggiungeva dal 2007, e quello dei decennali è salito quasi al 3,5%.

Per quanto riguarda le altre banche centrali, per giovedì è attesa la decisione della BoE e la decisione della BoJ seguirà venerdì.

Sul fronte delle cripto, il Bitcoin è stabile a  22.000 dollari.

 

 

 

Fonte:www.benzinga.com