S&P 500 vicino a confermare “bear market” con Wall Street che cala a differenza dei listini europei

 

Dopo un lunedì nero, le Borse Ue questa mattina provano la ripresa. Il FTSE MIB guadagna l’1,1%, il DAX avanza dell’1%, il CAC 40 registra il +0,8%, mentre Londra segna il +0,9%.

Questa la situazione dei listini asiatici: l’Hang Seng è in rialzo dello 0,4%, Shanghai raccoglie lo 0,8%, mentre il Nikkei perde l’1,3%.

Gli indici Usa, invece, hanno chiuso la seduta di lunedì in pesante ribasso. Lo S&P 500 ha subito un pesante calo del 3,9%, tanto da entrare a pieno nel cosiddetto ‘bear market’. Male il tecnologico NASDAQ Composite in calo del 4,7%, mentre il Dow Jones perde il 2,9%.

Il sell-off di lunedì, a seguito del quale gli investitori hanno liquidato posizioni per circa 235 miliardi solo in Europa, è arrivato dopo la nuova fiammata dell’inflazione Usa, che è balzata all’8,6% nel mese di maggio, superando le previsioni e facendo aumentare le scommesse per un inasprimento più rapido dei tassi d’interesse dalla Fed nella riunione di questa settimana.

 

 

Fonte:www.reuters.com