L’indice Nikkei ha chiuso in rialzo dell’1,73% a 24.105,28, ai massimi dal 3 ottobre 2018. Il più ampio indice Topix ha guadagnato l’1,39% a 1.649,9

 

 

La borsa di Tokyo ha chiuso ai massimi di oltre due anni, sulla scia dei guadagni di stanotte a Wall Street, in attesa del conteggio finale dei voti per le elezioni presidenziali Usa, con Joe Biden in leggero vantaggio in diversi stati e con una forte probabilità di un Congresso diviso.

L’indice Nikkei ha chiuso in rialzo dell’1,73% a 24.105,28, ai massimi dal 3 ottobre 2018. Il più ampio indice Topix ha guadagnato l’1,39% a 1.649,9.

Biden ha previsto una vittoria nelle elezioni statunitensi contro Donald Trump, in seguito a importanti vittorie in Michigan e Wisconsin, anche se persiste il rischio di un’elezione contestata, con la campagna del presidente in carica che ha avviato azioni legali e che chiede di ricontare i voti in diversi stati.

Gli analisti hanno notato che la borsa è stata sostenuta dai guadagni di Wall Street stanotte, con la probabilità di un Congresso diviso che ha reso gli investitori ottimisti, ipotizzando che sarà difficile eseguire importanti cambiamenti politici.

I settori bancario e assicurativo hanno perso rispettivamente l’1,03% e l’1,44%, minati dai cali visti stanotte per i rendimenti dei Treasury Usa.

Il gruppo farmaceutico Eisai è balzato del 17,91% al proprio limite giornaliero, dopo aver segnalato di essere vicino all’approvazione da parte dell’Fda statunitense per il proprio farmaco contro l’Alzheimer, sviluppato con Biogen.

Subaru ha guadagnato lo 0,31%, dopo aver alzato il proprio outlook per l’utile operativo, notando un rimbalzo oltre le aspettative per le vendite statunitensi dei veicoli.

Suzuki (T:7269) Motor ha chiuso in rialzo del 4,89% dopo aver annunciato stime sull’utile superiori alle aspettative degli analisti.

 

L’indice start-up Mothers ha guadagnato il 3,2%, estendendo il proprio rally da un aumento superiore al 5%.

 

 

Fonte:www.investing.com