Il sentiment è stato favorito anche dalle nuove proposte avanzate dai politici Usa per un pacchetto di aiuti contro il coronavirus dopo l’impasse tra Democratici e Repubblicani

 

 

L’indice Nikkei ha chiuso ai massimi di 29 anni e mezzo sulle speranze di un nuovo pacchetto di stimolo negli Usa e sui progressi per un vaccino antiCovid, anche se i guadagni sono stati limitati da alcune prese di profitto a seguito di un forte rally a novembre.

Il Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,05% a 26.800,98, massimi di chiusura dall’aprile 1991, estendendo il rally iniziato a seguito delle elezioni negli Stati Uniti. Il più ampio indice Topix ha guadagnato lo 0,32% a 1.773,97, avvicinandosi ai massimi di due anni toccati lo scorso venerdì.

 

Il sentiment è stato favorito anche dalle nuove proposte avanzate dai politici Usa per un pacchetto di aiuti contro il coronavirus dopo l’impasse tra Democratici e Repubblicani.

Anche le speranze che il prossimo anno i vaccini possano ridurre la necessità di introdurre nuovamente severe limitazioni alle attività economiche hanno contribuito a sostenere il mercato.

L’indice Topix dei titoli value ha guadagnato l’1,01%, con performance migliori per i titoli growth, che hanno chiuso in rialzo dello 0,32%, alcuni dei quali sono però stati penalizzati dalle prese di profitto, come ad esempio Sony e Hoya, entrambi in calo del 2%.

 

Fonte:www.investing.com