L’indice Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,19% a 29.562,93, con i titoli dei beni di consumo ciclici e il comparto tech in testa ai guadagni

 

 

L’azionario giapponese ha chiuso in rialzo in una sessione molto variabile, dopo che risultati societari positivi di aziende leader del mercato come Toyota e Honda hanno evidenziato il miglioramento delle prospettive per l’economia globale.

L’indice Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,19% a 29.562,93, con i titoli dei beni di consumo ciclici e il comparto tech in testa ai guadagni. Il più ampio indice Topix ha guadagnato lo 0,27% a 1.930,82.

Dall’inizio dell’anno il Nikkei è avanzato di oltre il 7% ai massimi dal 1990, in un contesto in cui gli investitori hanno acquistato i titoli degli esportatori giapponesi, che si prevede possano trarre vantaggio da una ripresa dell’economia dalla pandemia di Covid-19.

 

Alla luce del rapido miglioramento della borsa, alcuni trader ritengono sia necessaria una correzione, mentre gran parte degli analisti pensa che il Nikkei continui a essere impostato per raggiungere l’obiettivo psicologicamente importante dei 30.000 punti, poiché la stagione delle trimestrali si è finora dimostrata migliore delle attese.

Toyota Motor ha chiuso in rialzo dell’1,7% dopo aver toccato brevemente i massimi di oltre cinque anni, con l’azienda che ha registrato un aumento dell’utile superiore alle attese e rivisto le previsioni al rialzo.

Un altro importante titolo a registrare guadagni è stato quello di HONDA MOTOR, che è balzato del 5,14% dopo che la casa automobilistica ha migliorato le previsioni relative all’utile.

 

Fonte:www.investing.com