In rialzo 27 settori della borsa di Tokyo su 33, in particolare il comparto delle spedizioni e dei macchinari, altamente ciclici

 

La borsa di Tokyo ha chiuso in rialzo sostenuta dai progressi nella distribuzione mondiale dei vaccini contro Covid-19 che favoriscono una maggiore propensione al rischio dei mercati, mentre da una indagine della Bank of Japan emerge un miglioramento del sentiment a dicembre, a un ritmo più alto di quasi due decenni.

L’indice Nikkei ha guadagnato lo 0,3% a 26.732,44, rimbalzando dalla prima perdita settimanale in sei settimane. Il più ampio indice Topix ha strappato lo 0,48% a 1.790,52, ai massimi di chiusura da ottobre 2018.

In rialzo 27 settori della borsa di Tokyo su 33, in particolare il comparto delle spedizioni e dei macchinari, altamente ciclici.

Il mercato ha seguito la scia dei futures statunitensi sulle crescenti speranze di una ripresa economica guidata dai progressi nei vaccini contro Covid-19, con le prime distribuzioni del vaccino negli Stati Uniti ora in corso.

L’indagine Tankan di Bank of Japan ha stimolato ulteriormente il sentiment di mercato, con la fiducia nel settore manifatturiero in aumento per il secondo trimestre consecutivo, a -10 a dicembre da -27 a settembre.

Tuttavia la borsa nel pomeriggio ha ridotto i guadagni iniziali, su indiscrezioni di possibili restrizioni da parte del primo ministro Yoshihide Suga a un programma di sovvenzioni a favore del settore viaggi, per contenere i crescenti contagi di coronavirus. Sabato il Giappone ha riportato un record di oltre 3.000 nuove infezioni giornaliere da coronavirus, mentre la capitale Tokyo ha confermato 621 nuovi casi.

Toyota Motor ha strappato quasi l’1,7% per toccare i massimi da inizio febbraio, grazie al lancio del nuovo modello a celle a combustibile a idrogeno, insieme ai forti dati di novembre sulle vendite di auto in Cina.

Nintendo ha guadagnato il 3,13%, con il produttore di videogiochi di Kyoto che dovrebbe beneficiare delle restrizioni sociali più severe nel Paese.

Mitsubishi Heavy Industries è balzato oltre il 7,5% dopo che il quotidiano Nikkei ha riportato venerdì che il progetto gestito dalla società per la costruzione di un nuovo aereo da combattimento sarà sviluppato insieme alla statunitense Lockheed Martin.

 

 

Fonte:www.investing.com