In calo di oltre l’1% i futures sugli indici Usa che fanno pensare a un avvio in calo alla Borsa di New York nel pomeriggio.


Avvio decisamente negativo a Piazza Affari che, tuttavia, recupera dai minimi, ricalcando l’andamento degli altri mercati europei. A pesare la notizia della positività al Covid-19 del presidente Usa, Donald Trump e della moglie, Melania.

In calo di oltre l’1% i futures sugli indici Usa che fanno pensare a un avvio in calo alla Borsa di New York nel pomeriggio.

“C’è una reazione istintiva dei mercati sulla scia delle attese per le borse Usa dopo la notizia su Trump”, osserva un trader.

Sul fronte del differenziale del rendimento fra titoli di stato decennali italiani e tedeschi, lo spread resta stabile intorno ai 132 punti base.

Banche deboli dopo lo strappo di ieri sulle attese del risiko fra gli istituti. Cede l’1,2% Banco Bpm (MI:BAMI), salita ieri su indiscrezioni di stampa che riportavano ipotesi di M&A e di contatti con Credit Agricole (PA:CAGR).

Fra le big Intesa Sanpaolo (MI:ISP) e Unicredit (MI:CRDI) cedono l’1% e lo 0,8%.

Sempre debole Atlantia (MI:ATL) in calo dell’1% in balia dell’andamento della trattativa con il governo per l’uscita dei Benetton dalla controllata Aspi e l’ingresso di Cdp. E, in caso di mancato accordo, sullo sfondo resta l’ipotesi di revoca della concessione autostradale, come paventato dal governo.

Spunti sul settore della salute, con Diasorin (MI:DIAS) in crescita dello 0,85%, Recordati (MI:RECI) si muove in lieve calo.

 

Fca (MI:FCHA) cede lo 0,4%, ma fa meglio dell’indice sulla scia dei dati sulle immatricolazioni a settembre in rialzo del 17,5% per il gruppo a fronte del +9,54% del mercato.

Strappano le azioni Safilo (MI:SFLG), con un balzo del 15%. Il broker Kepler Cheuvreux ha alzato la reaccomandazione a “Buy” da “Hold”.

 

 

Fonte:www.investing.com