Continua a peggiorare la situazione su Bitcoin,la criptovaluta con market cap più elevato che questa mattina sta registrando perdite per il quinto giorno consecutivo dopo i recenti minimi di 33.350$ toccati durante la notte

 

 

La divisa virtuale è in calo di oltre il 16% dal picco di 40.000$ di giovedì scorso, soglia che ha attratto le operazioni di vendite visto il contesto generale dei mercati finanziari.

Al momento, il minimo del 2022 registrato il 24 gennaio di $ 32.980 è il prossimo potenziale supporto visibile sul grafico giornaliero, prima della principale soglia psicologica di $ 30.000. Inoltre, BTC/USD sta ora mostrando un calo di oltre il 50% dal massimo storico dello scorso novembre.

Ricordiamo che i ribassi del Bitcoin, e delle criptovalute in generale, sono legati ad un clima generale di avversione al rischio, con il Dow Jones che ha perso più di 1.000 punti giovedì mentre il Nasdaq è crollato del 5%, il peggior calo intraday dal 2020.

Le vendite sono poi continuate nelle contrattazioni di venerdì, dopo che il rapporto NFP pubblicato nel pomeriggio ha mostrato una robusta crescita dei posti di lavoro non agricoli ad aprile (+428.000 vs consenso di 380.000), un livello che potrebbe preoccupare la Federal Reserve per un mercato del lavoro eccessivamente teso.

“Le pressioni salariali potrebbero mostrare segni di allentamento in quanto la retribuzione oraria media è diminuita. ​Tuttavia, la maggior parte dei segnali suggerisce che il mercato del lavoro resta teso e che le pressioni inflazionistiche sui salariali non sono ancora pronte a registrare un calo significativo”, ha scritto in una nota il senior analyst di Oanda Edward Moya.  ​ ​

“Il mercato del lavoro rimane solido e ciò dovrebbe mantenere la stretta di mezzo punto della Fed sul pilota automatico fino al simposio di Jackson Hole”, ha aggiunto l’analista.

 

Fonte:www.investing.com